Come riconoscere le spie e i troll sul web


Tecniche per la diluizione, la distrazione e il controllo di forum online, social media, e gruppi Telegram.

Image for post

DAL SITO CRYPTOME.ORG
Traduzione a cura di Mer Curio

COINTELPRO (acronimo di Counter Intelligence Program) era un programma di infiltrazione e controspionaggio interno dell’FBI, in parte illegale, attivo formalmente tra il 1956 e il 1971. Il programma prevedeva azioni di sorveglianza, infiltrazione, discredito e smantellamento nei confronti di organizzazioni politiche attive negli Stati Uniti.

Nota bene: questa è una guida “datata”, in quanto si tratta di un documento che riguardava principalmente i forum online.
Seguiranno aggiornamenti che includeranno nuove modalità e nuovi scenari nella cyber-war.

Tecniche per la diluizione, la distrazione e il controllo di un forum Internet. (O similari.)

Esistono diverse tecniche per il controllo e la manipolazione di un forum Internet, indipendentemente da cosa o da chi è presente.
Esamineremo ogni tecnica e dimostreremo che un numero minimo di operatori può essere utilizzato per ottenere efficacemente il controllo di un “forum non controllato”.

Tecnica 1 — “FORUM SLIDING”

Se un post molto sensibile di natura critica è stato pubblicato su un forum, può essere rapidamente rimosso dalla visualizzazione pubblica tramite il “forum sliding”. In questa tecnica un numero di post non correlati vengono pre-posizionati silenziosamente sul forum e lasciati invecchiare.
Ognuno di questi post “distrattori” può quindi essere richiamato a piacimento per far scorrere il forum. Il secondo requisito è che esistono diversi account falsi, che possono essere utilizzati all’occorrenza, per garantire che questa tecnica non risulti visibile al pubblico.
Per innescare un “forum sliding” e “svuotare” il post critico dalla pubblica visibilità basta semplicemente accedere a ciascun account sia reale che falso e quindi “rispondere” ai post predisposti con un semplice commento di 1 o 2 righe.
Ciò porta i post non correlati in cima all’elenco del forum e le pubblicazioni critiche “scivolano fuori” dalla prima pagina e rapidamente fuori dalla vista del pubblico.
Sebbene sia difficile o impossibile censurare il post, ora è perso in un mare di post non correlati e inutili.
In questo modo diventa efficace far sì che i lettori del forum leggano elementi non correlati e senza problemi.

Tecnica 2 — “CONSENSUS CRACKING”

Una seconda tecnica altamente efficace (che puoi vedere sempre in funzione su http://www.abovetopsecret.com) è la “rottura del consenso”.
Per sviluppare una rottura del consenso, viene utilizzata la seguente tecnica.
Con un account falso, viene effettuata una pubblicazione che sembra legittima e rivolta alla verità, ma il punto critico è che si basa su una premessa molto debole senza prove sostanziali a sostegno della pubblicazione.
Una volta fatto ciò, con account falsi alternativi viene lentamente introdotta una posizione molto favorevole a tuo favore durante la vita del post.
È imperativo che entrambe le parti siano inizialmente presentate, quindi il lettore non informato non può determinare quale sia la verità.
Man mano che vengono pubblicati messaggi e risposte, le “prove” più forti o la disinformazione a tuo favore vengono lentamente “seminate”. Pertanto, il lettore disinformato probabilmente svilupperà la tua stessa posizione, e se la sua posizione va contro di te, la sua opposizione al tuo post sarà molto probabilmente abbandonata.
Tuttavia, in alcuni casi in cui i membri del forum sono altamente istruiti e possono contrastare la tua disinformazione con fatti reali e post correlati, puoi quindi “annullare” questa tecnica avviando un ‘forum slide’.

Tecnica 3 — “TOPIC DILUTION”

La diluizione degli argomenti non è efficace solo nello scorrimento del forum, ma è anche molto utile per mantenere i lettori del forum su questioni non correlate e non produttive.
Questa è una tecnica importante e utile per provocare un “INCENDIO DI RISORSE”. Implementando post continui e non correlati che distraggono e disturbano (trolling) i lettori del forum, vengono fermati in modo più efficace da qualsiasi cosa di qualsiasi produttività reale.
Se l’intensità della diluizione graduale è abbastanza intensa, i lettori smetteranno effettivamente di ricercare e scivoleranno semplicemente in una “modalità di gossip”. In questo stato possono essere più facilmente allontanati dai fatti concreti e diretti verso congetture e opinioni non informate.
Meno informati sono, più efficace e facile diventa controllare l’intero gruppo nella direzione in cui vorresti che il gruppo entrasse. Va sottolineato che per prima cosa viene determinata una valutazione adeguata delle capacità psicologiche e dei livelli di istruzione del gruppo per determinare a quale livello “seminare discordia”.

Se ciò venisse fatto troppo in fretta, un moderatore del forum potrebbe innescare la censura.

Tecnica 4 — “RACCOLTA INFORMAZIONI”

La raccolta di informazioni è anche un metodo molto efficace per determinare il livello psicologico dei membri del forum e per raccogliere informazioni che possono essere utilizzate contro di loro.
In questa tecnica in un ambiente leggero e positivo si inizia con il “mi presento, così lo farete anche voi”.
Dal numero di risposte e dal tipo di risposte fornite possono essere raccolte molte informazioni statistiche.
Un esempio è pubblicare la tua “arma preferita” e quindi incoraggiare gli altri membri del forum a mostrare ciò che hanno.
In questo caso, si può determinare in maniera indiretta quale percentuale della comunità del forum possiede un’arma da fuoco o un’arma illegale.
Questo stesso metodo può essere utilizzato fingendosi come uno dei membri e pubblicando la tua “tecnica operativa” preferita. Dalle risposte si possono studiare vari metodi che il gruppo utilizza e sviluppare metodi efficaci per impedire loro di svolgere le proprie attività.

Tecnica 5 — “ANGER TROLLING”

Statisticamente, c’è sempre una percentuale degli utenti del forum più inclini alla violenza.
Al fine di determinare chi sono questi individui, è necessario presentare un’immagine al forum per incitare deliberatamente una forte reazione psicologica.
Con questo, il più violento del gruppo può essere efficacemente individuato con la localizzazione IP e possibilmente con il monitoraggio locale.
Per raggiungere questo obiettivo è necessario solo pubblicare un link a un video che raffigura un membro della polizia locale che abusa in modo massiccio del suo potere contro un individuo innocente.
Statisticamente, su circa un milione di agenti di polizia in America ci sono sempre uno o due che vengono sorpresi ad abusare dei propri poteri, e la registrazione di ciò può essere quindi utilizzata per scopi di raccolta di informazioni di intelligence — senza l’obbligo di “mettere in scena” un falso video di abusi.
Questo metodo è estremamente efficace, e più violento è il video, maggiore sarà la reazione.
A volte è utile “guidare” il forum rispondendo al tuo post con una dichiarazione di intenti violenti e che “non ti interessa cosa pensano le autorità!!”.
In questo modo e senza mostrare paura, potrebbe essere più efficace far pubblicare le reali intenzioni violente dai membri più silenti e autodisciplinati.
Questo può essere utilizzato in seguito in un tribunale durante l’accusa.

Tecnica 6 — “GAINING FULL CONTROL”

È importante anche manovrare continuamente per ottenere una posizione di moderatore del forum.
Una volta ottenuta questa posizione, il forum può quindi essere controllato in modo efficace e silenzioso eliminando i post sfavorevoli e si può infine guidare il forum verso il completo fallimento e la mancanza di interesse da parte del pubblico in generale.
Questa è la “vittoria finale” poiché il forum non è più partecipato dal pubblico e non è più utile per mantenere le proprie libertà.
A seconda del livello di controllo che puoi ottenere, puoi deliberatamente guidare un forum verso la sconfitta censurando i post, eliminando le iscrizioni, ‘floodando’ e portando offline il forum.
Con questo metodo il forum può essere rapidamente eliminato.
Tuttavia non è sempre nell’interesse uccidere un forum in quanto può essere convertito in una ‘dolce trappola’ per raccogliere e indirizzare erroneamente i nuovi arrivati e a questo punto il forum può essere completamente utilizzato per portare avanti la propria agenda.

CONCLUSIONE

Ricorda che queste tecniche sono efficaci solo se i partecipanti al forum NON LE CONOSCONO.

Una volta che sono a conoscenza di queste tecniche, l’operazione può fallire completamente e il forum può diventare incontrollato.
A questo punto devono essere considerati altri metodi, come l’avvio di una falsa causa legale per far semplicemente chiudere il forum e metterlo offline.
Ciò non è auspicabile in quanto lascia quindi le forze dell’ordine incapaci di tracciare la percentuale di coloro che nella popolazione resistono sempre ai tentativi di controllo.
Molte altre tecniche possono essere utilizzate e sviluppate dall’individuo e man mano che si sviluppano ulteriori tecniche di infiltrazione e controllo, è indispensabile condividerle con il quartier generale.

Venticinque regole di disinformazione

Nota: la prima regola e le ultime cinque (o sei, a seconda della situazione) generalmente non rientrano direttamente nelle abilità dell’artista della disinformazione.
Queste regole sono generalmente utilizzate più direttamente da coloro che sono alla guida, ai protagonisti chiave o ai pianificatori della cospirazione o a coloro che vogliono insabbiarla.

1. Non sentire alcun male, non vedere alcun male, non parlare male.Indipendentemente da ciò che sai, non discuterne, specialmente se sei un personaggio pubblico, un’ancora di notizie, ecc.
Se non viene segnalato, non è successo e non devi mai affrontare il problema.

2. Diventa incredulo e indignato.Evita di discutere le questioni chiave e concentrati invece su questioni secondarie che possono essere utilizzate, mostrando l’argomento come fondamentale rispetto ad alcuni gruppi o temi altrimenti sacrosanti.
Questo è anche noto come il bluff “Come osi!”.

3. Crea pettegolezzi.Evita di discutere di questioni descrivendo tutte le accuse, indipendentemente dal luogo o dalle prove, come semplici voci e accuse infondate.
Anche altri termini di deroga che reciprocamente escludono dalla verità possono funzionare.
Questo metodo funziona particolarmente bene con una stampa silenziosa,perché l’unico modo in cui il pubblico può conoscere i fatti è attraverso tali “voci discutibili”.
Se riesci ad associare il materiale a Internet, usa questo fatto per certificarlo come una “grande baggianata” di un “gruppo di idioti su Internet” che non può avere alcuna base fattuale.

4. Usa un’argomentazione fittizia.Trova o crea un elemento apparente della discussione del tuo avversario che puoi facilmente abbattere per farti sembrare buono e l’avversario per sembrare cattivo.
O creare un problema che esiste implicitamente sulla base della tua interpretazione dell’avversario, o dei suoi argomenti, o della sua situazione, oppure selezionare l’aspetto più debole delle accuse più deboli.
Amplifica il loro significato e distruggile in un modo che sembra sfatare tutte le accuse, reali e fittizie allo stesso modo, evitando la discussione delle questioni reali.

5. Distrarre avversari con insulti e ridicolizzandoli.Questo è anche noto come lo stratagemma principale di “attacco al messaggero”, sebbene altri metodi si qualifichino come varianti di tale approccio.
Associa avversari a titoli impopolari come “negazionisti”, “di destra”, “liberale”, “di sinistra”, “terroristi”, “cospirazionisti”, “radicali”, “milizia”, “razzisti”, “fanatici religiosi”,” deviati sessuali “e così via.
Questo fa sì che gli altri riducano il supporto per paura di ottenere la stessa etichetta e si evita di affrontare i problemi.

6. Hit and Run.In qualsiasi forum pubblico, esegui un breve attacco al tuo avversario o alla sua posizione e poi scappa via prima che una risposta possa essere messa in campo, o semplicemente ignora qualsiasi risposta.
Funziona molto bene in Internet e negli ambienti con lettere al redattore in cui è possibile fare appello a un flusso costante di nuove identità senza dover spiegare critiche, ragionamenti: basta fare un’accusa o un altro attacco, non discutere mai dei problemi e non rispondere mai alla risposta successiva, poiché ciò nobiliterebbe il punto di vista dell’avversario.

7. Metti in discussione i motivi.Intreccia o amplifica qualsiasi cosa che potrebbe rendere implicito il fatto che l’avversario agisca in base a un’agenda personale nascosta o ad altri pregiudizi. (Perchè mai dovrebbe farlo? Soldi? Potere? Controllo?)
Ciò evita di discutere problemi e impone l’accusatore alla difensiva.

8. Richiama l’autorità.Associa te stesso all’autorità e presenta la tua discussione con abbastanza “gergo” e “minuzia” per illustrare che sei “uno che conosce”, semplicemente dicendo che non è così, senza discutere i problemi o dimostrare concretamente il perché citando fonti.

9. Fai lo scemo.Indipendentemente dall’evidenza o dall’argomentazione logica offerta, evita di discutere delle questioni se non negando la loro credibilità, senso, qualsiasi prova, anche se contiene o fa un punto, ha una logica o supporta una conclusione.
Mescolare bene per il massimo effetto.

10. Associa le accuse avversarie a vecchie notizie.Un derivato dell’argomentazione fittizia — di solito, in qualsiasi questione su larga scala ad alta visibilità, qualcuno farà presto delle accuse su ciò che può essere o già facilmente affrontato — una sorta di investimento per il futuro se la questione non fosse contenuta così facilmente.) Dove può essere previsto, chiedi a chi ti supporta di sollevare una questione fittizia e di affrontarla subito come parte dei piani iniziali.
Le accuse successive, indipendentemente dalla validità o di ciò che viene scoperto, di solito possono quindi essere associate all’accusa originale e liquidate come semplicemente una rielaborazione senza necessità di affrontare i problemi attuali — ideale quando l’avversario è, o è stato coinvolto con la fonte originale.

11. Stabilire e fare affidamento su posizioni da ultima spiaggia.Usando una questione o un elemento minore dei fatti, prendi la “strada maestra” e “confessa” con candore che un errore innocente, col senno di poi, è stato fatto — ma che gli avversari hanno colto l’opportunità di ingigantire la cosa implicando una criminalità più grande che, “semplicemente non esiste”. Altri possono rinforzarsi a tue spese, in seguito, e persino pubblicamente “chiedere la fine delle sciocchezze” perché hai già “fatto la cosa giusta”. Fatto correttamente, questo può raccogliere simpatia e rispetto per gli “essere puri” che “ammettono” i propri errori senza affrontare problemi più gravi.

12. Gli enigmi non hanno soluzione.Attingendo alla fonte generale degli eventi che circondano il crimine e alla moltitudine di attori ed eventi, dipingi l’intera faccenda come troppo complessa per essere risolta.
Ciò fa sì che coloro che seguono la questione inizino a perdere interesse più rapidamente senza dover affrontare i problemi reali.

13. Logica di Alice nel paese delle meraviglie.Evita la discussione dei problemi ragionando all’indietro o con un’apparente logica deduttiva che proibisce qualsiasi fatto materiale reale.

14. Richiedi soluzioni complete.Evita i problemi richiedendo agli avversari di risolvere completamente il crimine con uno schiocco di dita, uno stratagemma che funziona meglio con i problemi che si qualificano per la regola 10.

15. Adatta i fatti a conclusioni alternative.
Ciò richiede un pensiero creativo a meno che il crimine non sia stato pianificato con conclusioni contingenti in atto.

16. Fai sparire prove e testimoni.Se non esiste, non è un dato di fatto e non dovrai affrontare il problema.

17. Cambia argomento.Di solito in connessione con uno degli altri stratagemmi elencati qui, trova un modo per seguire la discussione con commenti abrasivi o controversi nella speranza di attirare l’attenzione su un nuovo argomento più gestibile.
Questo funziona particolarmente bene con i compagni che possono “litigare” con te sul nuovo argomento e polarizzare l’arena della discussione per evitare di discutere di questioni chiave.

18. Emozionalizza, Antagonizza e Provoca gli avversari.Se non puoi fare nient’altro, insulta e schernisci i tuoi avversari e attirali in risposte emotive che tenderanno a renderli sciocchi e eccessivamente motivati, e in generale renderanno il loro materiale un po ‘meno coerente.
Non solo eviterai di discutere i problemi in prima istanza, ma anche se la loro risposta emotiva risolve il problema, puoi evitare ulteriormente i problemi concentrandoti su quanto “sono sensibili alle critiche”.

19. Ignora le prove presentate, richiedi prove impossibili.Questa è forse una variante della regola “fai lo scemo”.
Indipendentemente dal materiale che può essere presentato da un avversario nei forum pubblici, ritieni il materiale irrilevante e richiedi una prova che è impossibile da trovare per l’avversario (potrebbe esistere, ma non essere a sua disposizione, o potrebbe essere qualcosa che è noto come distrutto o trattenuto in sicurezza, come un’arma per omicidio.) Per evitare completamente di discutere questioni, potrebbe essere necessario negare categoricamente ed essere critici nei confronti dei media o dei libri come fonti valide, negare che i testimoni siano accettabili, o addirittura negare che le dichiarazioni rese dal governo o da altre autorità abbiano alcun significato o rilevanza.

20. Falsa prova.Ove possibile, introdurre nuovi fatti o indizi progettati e manipolati in conflitto con le presentazioni degli avversari, come strumenti utili per neutralizzare le questioni sensibili o impedire la risoluzione.
Funziona meglio quando il crimine è stato progettato con contingenze allo scopo e i fatti non possono essere facilmente separati dalle manipolazioni.

21. Chiama un gran giury, un procuratore speciale o un altro organo investigativo abilitato.Sovvertire il (processo) a proprio vantaggio e neutralizzare efficacemente tutte le questioni sensibili senza discussione aperta.
Una volta convocate, le prove e le testimonianze devono essere segrete se gestite correttamente.
Ad esempio, se possiedi un avvocato, egli può assicurare che una giuria non senta le prove utili e che le prove vengano sigillate e rese non disponibili per gli investigatori successivi.
Una volta raggiunto un verdetto favorevole, la questione può essere considerata ufficialmente chiusa.
Di solito, questa tecnica viene applicata per trovare l’innocente colpevole, ma può anche essere usata per ottenere accuse quando si cerca di incastrare una vittima.

22. Produci una nuova verità.Crea il tuo esperto(i), gruppo(i), autore(i), leader(i) o influenza quelli esistenti disposti a forgiare nuove basi attraverso ricerche o testimonianze scientifiche, investigative o sociali che si concludono favorevolmente.
In questo modo, se devi effettivamente affrontare i problemi, puoi farlo in modo autorevole.

23. Crea distrazioni più grandi.Se quanto sopra non sembra funzionare per distrarre da problemi delicati o per impedire la copertura mediatica indesiderata di eventi inarrestabili come i processi legali, creare notizie più grandi (o trattarle come tali) per distrarre le moltitudini.

24. Silenzia le critiche.Se i metodi di cui sopra non prevalgono, prendere in considerazione la possibilità di rimuovere gli avversari dalla circolazione con una soluzione definitiva in modo da eliminare completamente la necessità di affrontare i problemi.
Ciò può essere dovuto alla morte, all’arresto e alla detenzione, al ricatto o alla distruzione del loro personaggio mediante il rilascio di informazioni su ricatto o semplicemente alla loro distruzione finanziariamente, emotivamente o gravemente danneggiando la loro salute.

25. Svanisci.
Se sei un conoscitore di segreti o altrimenti uno eccessivamente illuminato e pensi che l’ambiente si stia surriscaldando, per evitare problemi, sparisci.

Otto tratti del disinformazionista

1) Sfuggevolezza.In realtà non discutono mai direttamente i problemi o forniscono input costruttivi, generalmente evitando citazioni di riferimenti o credenziali.
Piuttosto, implicano semplicemente questo, quello e l’altro.
Praticamente tutto ciò che riguarda la loro presentazione implica la loro autorità e conoscenza in materia senza ulteriori giustificazioni per la credibilità.

2) Selettività.Tendono a scegliere con cura gli avversari, applicando l’approccio “colpisci e scappa” contro semplici commentatori che sostengono gli avversari o focalizzando attacchi più pesanti su avversari chiave che sono noti per affrontare direttamente i problemi.
Se un commentatore dovesse diventare polemico con qualche successo, l’attenzione si sposterà anche sul commentatore.

3) Casualità.Tendono a emergere all’improvviso e in qualche modo per coincidenza con un nuovo argomento controverso senza precedenti chiari di partecipazione alle discussioni generali nella particolare arena pubblica coinvolta.
Allo stesso modo tendono a svanire una volta che l’argomento non è più di interesse generale.
Probabilmente furono diretti lì per una ragione e svanirono con tale ragione.

4) Lavoro di squadra.Tendono ad operare in pacchetti o squadre autocompletanti e complementari.
Naturalmente, ciò può accadere naturalmente in qualsiasi forum pubblico, ma probabilmente ci sarà un flusso continuo di scambi di questo tipo in cui sono coinvolti professionisti.
A volte uno dei giocatori si infiltrerà nel campo avversario per diventare una fonte per l’argomentazione fittizia o per altre tattiche progettate per diluire la forza di presentazione dell’avversario.

5) Anti-cospiratorio.Hanno quasi sempre disprezzo per i “teorici della cospirazione” e, di solito, per coloro che in qualche modo credono che JFK non sia stato ucciso da LHO.
Chiediti perché, se hanno un tale disprezzo per i teorici della cospirazione, si concentrano sulla difesa di un singolo argomento discusso in un forum incentrato sulle cospirazioni? Si potrebbe pensare che: o tenterebbero di prendere in giro tutti su ogni argomento, o semplicemente ignorerebbero il gruppo che disprezzano così tanto. Oppure, si potrebbe giustamente concludere che hanno un ulteriore motivo per fare tutto ciò fanno.

6) Emozioni artificiali.Una strana specie di emotività “artificiale” e una “pelle insolitamente spessa” — una capacità di perseverare e persistere anche di fronte a critiche schiaccianti e disaccordo.
Ciò probabilmente deriva dalla formazione della comunità dell’intelligence che, indipendentemente dall’evidenza delle prove, nega tutto e non diventa mai coinvolto emotivamente o reattivo.
Il risultato netto per un artista disinformatore è che le emozioni possano sembrare artificiali.
Molte persone, se rispondono con rabbia, per esempio, esprimeranno la loro animosità durante la loro confutazione.
Ma i disinformatori tipo di solito hanno difficoltà a mantenere ‘l’immagine’ e risultano indecisi rispetto alle emozioni pretese e al loro stile di comunicazione solitamente calmo o non emotivo.
È solo un lavoro, e spesso sembrano incapaci di “recitare il loro ruolo nel personaggio” anche in un mezzo di comunicazione, come potrebbero fare in una vera conversazione faccia a faccia.
Potresti avere rabbia e indignazione vere un momento, tranquillità subito dopo e altra rabbia dopo — uno yo-yo emotivo.
Per quanto riguarda la pelle spessa, nessuna critica li dissuaderà dal fare il loro lavoro, e generalmente continueranno i loro vecchi schemi disinformatori senza alcun aggiustamento alle critiche su quanto sia ovvio che giochino a quel gioco — dove un individuo più razionale che si interessa veramente su ciò che gli altri pensano potrebbe cercare di migliorare lo stile di comunicazione, sostanza e così via, o semplicemente rinunciare.

7) Incoerenza.C’è anche la tendenza a fare errori che tradisce il loro vero sé / i loro motivi.
Ciò potrebbe derivare dal non conoscere veramente il loro argomento, o potrebbe essere un po ‘“freudiano”, per così dire, in quanto forse radicano davvero per il lato della verità nel profondo.Ho notato che spesso citeranno semplicemente informazioni contraddittorie che neutralizzano se stesso e l’autore.
Ad esempio, uno di questi affermava di essere un pilota della Marina, ma incolpava le sue scarse abilità comunicative (ortografia, grammatica, stile incoerente) di avere solo un’istruzione scolastica.
Non sono a conoscenza di troppi piloti della Marina che non hanno un diploma universitario.
Un altro ha affermato di non conoscere un particolare argomento / situazione, ma in seguito ha affermato di conoscerlo direttamente.

8) Costante nel tempo.Recentemente scoperto, rispetto ai gruppi di notizie, è il fattore tempo di risposta. Ci sono tre modi in cui questo può essere visto funzionare, specialmente quando il governo o un altro attore abilitato è coinvolto in un’operazione di copertura:
a) QUALSIASI post inviato da un proponente mirato alla verità può dare una risposta IMMEDIATA.
Il governo e altri giocatori abilitati possono permettersi di pagare le persone per sedersi lì e aspettare l’opportunità di fare un danno.
LA DISINFORMAZIONE FUNZIONA SOLO SE IL LETTORE LO VEDE — SI RICHIEDE UNA RISPOSTA VELOCE, oppure il visitatore può essere orientato verso la verità.
b) Quando si tratta in modo più diretto con un disinformazionista, come ad esempio la posta elettronica, IL RITARDO È ASSICURATO — di solito ci sarà un ritardo minimo di 48–72 ore.
Ciò consente una discussione di gruppo sulla strategia di risposta per il miglior effetto, e anche il tempo sufficiente per “ottenere il permesso” o istruzioni da un comando formale.
c) Nell’esempio 1) sopra, spesso si vedrà ANCHE che le armi più grandi vengono tirate fuori e usate dopo lo stesso ritardo di 48–72 ore, infine la squadra entra in gioco. Ciò è particolarmente vero quando il ricercatore della verità mirato o i suoi commenti sono considerati più importanti rispetto al potenziale di rivelare la verità.
Pertanto, un serio sostenitore della verità sarà attaccato due volte per lo stesso peccato.

Come individuare una spia (agente Cointelpro)

Un modo per neutralizzare un potenziale attivista è farli entrare in un gruppo che fa tutte le cose sbagliate.
Perché?

1) Il messaggio non esce.
2) Si perde molto tempo
3) L’attivista è frustrato e scoraggiato
4) Non si ottiene nulla di buono.

Gli informatori e gli infiltrati dell’FBI e della polizia infesteranno qualsiasi gruppo e hanno istituito ferventi organizzazioni di attivisti.
Il loro scopo è impedire a qualsiasi movimento reale per la giustizia o l’eco-pace di svilupparsi in questo paese.
Gli agenti sono disponibili in piccole, medie o grandi quantità.
Possono essere di qualsiasi origine etnica.
Possono essere maschi o femmine.

La dimensione effettiva del gruppo o del movimento che viene infiltrato è irrilevante.
È il potenziale che il movimento ha di diventare grande che provoca spie e sabotatori.

Questo opuscolo elenca gli agenti tattici usati per rallentare, inquinare, distruggere il movimento e tenere d’occhio gli attivisti.

È compito dell’agente impedire all’attivista di abbandonare un simile gruppo, mantenendolo così sotto controllo.
In alcune situazioni, per ottenere il controllo, l’agente dirà all’attivista:

“Stai dividendo il movimento.”

[Qui, ho aggiunto le ragioni psicologiche sul PERCHÉ questa manovra funziona per controllare le persone]

Questo invita a provare sensi di colpa.

Molte persone possono essere controllate dalla colpa.
Gli agenti iniziano i rapporti con gli attivisti dietro una maschera ben sviluppata di “dedizione alla causa”. A causa della loro dedizione spesso dichiarata, (e delle azioni progettate per dimostrarlo), quando criticano l’attivista, lui o lei — essendo veramente dedicata al movimento — si convince che in qualche modo, qualsiasi problema sia colpa loro.
Questo perché una persona veramente dedita tende a credere che ognuno abbia una coscienza e che nessuno si dissimulerebbe e mentirebbe così “di proposito”.
È incredibile fino a che punto gli agenti possono spingersi a manipolare un attivista perché l’attivista farà costantemente delle scuse per l’agente che dichiara regolarmente la propria dedizione alla causa.
Anche se, a volte, sospettano l’agente, si copriranno gli occhi razionalizzando: “lo hanno fatto inconsciamente … non lo intendevano davvero … Posso aiutarli perdonando e accettando” e così via, e così via.
L’agente dirà all’attivista:

“Sei un leader!”

Questo è progettato per migliorare l’autostima dell’attivista.
La sua ammirazione narcisistica nei confronti del proprio attivista, delle sue intenzioni altruistiche aumenta man mano che si identifica e ammira consapevolmente le dichiarazioni altruistiche dell’agente che sono deliberatamente impostate per rispecchiare quelle dell’attivista.
Questa è “pseudo-identificazione maligna”.
È il processo mediante il quale l’agente imita o simula consapevolmente un determinato comportamento per favorire l’identificazione dell’attivista con lui/lei, aumentando così la vulnerabilità dell’attivista allo sfruttamento.
L’agente simulerà i più sottili concetti di sé dell’attivista.Gli attivisti e coloro che hanno concetti altruistici sono più vulnerabili alla pseudo-identificazione maligna, specialmente durante il lavoro con l’agente quando l’interazione include la materia relativa alla loro competenza, autonomia o conoscenza. L’obiettivo dell’agente è aumentare l’empatia generale dell’attivista per l’agente attraverso la pseudo-identificazione con i concetti di sé dell’attivista.
L’esempio più comune di ciò è l’agente che complimenterà l’attivista per la sua competenza o conoscenza o valore per il movimento.
A un livello più sottile, l’agente simulerà gli affetti e i manierismi dell’attivista che promuove l’identificazione attraverso il mirroring e i sentimenti di “gemellaggio”.
Non è inaudito per gli attivisti, innamorati della disponibilità percepita e della competenza di un buon agente, trovarsi a considerare violazioni etiche e forse, persino comportamenti illegali, per compiacere il loro agente/gestore.
La “qualità percepita della perfezione” dell’attivista viene migliorata e si sviluppa un forte legame empatico con l’agente attraverso la sua imitazione e la simulazione degli investimenti narcisistici della vittima.
Cioè, l’attivista conosce, nel profondo, la propria dedizione alla causa, la proietta sull’agente che la “rispecchia”.
L’attivista sarà illuso nel pensare che l’agente condivida questo sentimento di identificazione e legame.
In un contesto di attivismo/movimento sociale, i ruoli contraddittori che gli attivisti svolgono naturalmente nei confronti dell’establishment/governo, promuovono processi di scissione intrapsichica in modo che le “alleanze di gemellaggio” tra attivista e agente possano rendere non disponibili all’attivista interi settori della realtà.
Letteralmente “perdono il contatto con la realtà”.
Gli attivisti che negano i propri investimenti narcisistici [non avere una buona idea dei propri concetti di sé e del fatto che SONO concetti] e si percepiscono consapevolmente (per così dire) come “aiutanti” dotati di una speciale quantità di altruismo, sono estremamente vulnerabili alla simulazione affettiva (emotiva) dell’agente. L’empatia è favorita nell’attivista attraverso l’espressione di affetti abbastanza visibili.
La presentazione di pianto, tristezza, desiderio, paura, rimorso e senso di colpa, può indurre nell’attivista orientato all’aiutante un forte senso di compassione, aumentando inconsciamente l’investimento narcisistico dell’attivista di sé come incarnazione della bontà.
L’espressione dell’agente di tali affetti simulati può essere abbastanza convincente per l’osservatore e difficile da distinguere dall’emozione profonda. Di solito può essere identificato da due eventi, tuttavia:

-In primo luogo, l’attivista che ha analizzato le proprie radici narcisistiche ed è consapevole del proprio potenziale di essere “emotivamente agganciato”, sarà in grado di rimanere lucido e non influenzato da tali effusioni emotive da parte dell’agente.
-Come risultato di questo atteggiamento freddo, non influenzato, si verificherà il secondo evento: l’agente interromperà rapidamente il rapporto affettivo lasciando l’attivista con l’impressione che “il gioco è finito, il sipario è caduto”, e il l’impostura, per il momento, è finita.
L’agente si sposterà quindi rapidamente verso un altro attivista/vittima.

“Il fatto è che il movimento non ha bisogno di leader, ha bisogno di gente che si dà da fare.”

“Seguire il leader” è una perdita di tempo.

Un buon agente vorrà incontrarsi il più spesso possibile.
Parlerà molto e dirà poco.
Ci si può aspettare un assalto di discussioni lunghe e irrisolte.

Alcuni agenti assumono un modo invadente, arrogante o difensivo:
1) Per interrompere l’agenda
2) Per sviare la discussione
3) Per interrompere ripetutamente
4) Per fingere l’ignoranza
5) Per fare un’accusa infondata contro una persona.

Chiamare qualcuno un razzista, per esempio.
Questa tattica viene utilizzata per screditare una persona agli occhi di tutti gli altri membri del gruppo.

Sabotatori

Alcuni sabotatori fingono di essere attivisti.
Lei o lui:
1) Scrive volantini enciclopedici (oggi, siti Web)
2) Stampa volantini solo in inglese.
3) Fa dimostrazioni in luoghi dove nessuno si preoccupa.
4) Richiede finanziamenti da persone ricche invece del supporto dalla base
5) Mostra banner con troppe parole che creano confusione.
6) Confonde i problemi.
7) Fa le richieste sbagliate.
8) Compromette l’obiettivo.
9) Inizia discussioni infinite che fanno perdere tempo a tutti.
L’agente può accompagnare le interminabili discussioni con bere, fumare erba o altri divertimenti per rallentare il lavoro dell’attivista.

Provocatori

1) Vuole stabilire “leader” per farli cadere in modo da fermare il movimento.
2) Suggerisce di fare cose stupide e illegali per mettere in difficoltà gli attivisti.
3) Incoraggia la militanza.
4) Vuole schernire le autorità.
5) Tenta di compromettere i valori dell’attivista.
6) Tenta di istigare la violenza. L’attivismo dovrebbe essere sempre non violento.
7) Tenta di provocare rivolta tra le persone che non sono preparate ad affrontare la reazione delle autorità a tale violenza.

Informatori

1) Vuole che tutti si iscrivano, cantino e firmino tutto.
2) Pone molte domande (raccolta di dati).
3) Vuole sapere a quali eventi l’attivista ha intenzione di partecipare.
4) Tenta di farsi difendere dall’attivista per identificare le proprie convinzioni, obiettivi e livello di impegno.

Reclutatori

I legittimi attivisti non sottopongono le persone a ore di dialogo persuasivo. Le loro azioni, credenze e obiettivi parlano da soli.
I gruppi che reclutano sono missionari, militari e partiti o movimenti politici falsi creati da agenti.

Sorveglianza

Assumi SEMPRE di essere sotto sorveglianza.
A questo punto, se NON sei sotto sorveglianza, non sei un ottimo attivista!

Tattiche per spaventare

Le usano.
Tali tattiche includono calunnia, diffamazione, minacce, avvicinarsi ad altri attivisti disaffezionati o minimamente impegnati a persuaderli (tramite le tattiche psicologiche sopra descritte) a ribellarsi al movimento e dare false testimonianze contro i loro ex compatrioti.
Con sostanze illegali incastreranno l’attivista e organizzeranno un arresto;
pianificheranno false informazioni e creeranno “l’esposizione”, invieranno lettere incriminanti [e-mail] a nome dell’attivista; e altro;
faranno tutto ciò che la società consentirà.
Questo opuscolo non copre in alcun modo tutti i modi in cui gli agenti usano per sabotare la vita di attivisti sinceri e dedicati. Se un agente viene “esposto”, verrà trasferito o sostituito.
COINTELPRO è ancora in funzione oggi con un nome in codice diverso.Non è più collocato sulla carta dove può essere scoperto attraverso l’atto di libertà di informazione.
Lo scopo dichiarato del programma di controspionaggio dell’FBI: esporre, interrompere, indirizzare erroneamente, screditare e altrimenti neutralizzare le persone che l’FBI classifica in contrapposizione agli interessi nazionali.
“Sicurezza nazionale” significa la sicurezza dell’FBI da parte della gente che scopre sempre le cose che fa in violazione delle libertà civili delle persone.

Diciassette tecniche per la soppressione della verità

Accuse forti e credibili di attività criminale di alto livello possono far cadere un governo. Quando al governo manca una difesa efficace basata sui fatti, devono essere impiegate altre tecniche. Il successo di queste tecniche dipende fortemente da una stampa cooperativa, conforme e da un semplice partito di opposizione simbolico.

1. Stai zitto.
Se non è segnalato, se non è una novità, non è successo.
2. Aumenta lo sdegno.
Questo è anche noto come il trucchetto “Come osi?”.
3. Caratterizza le accuse come “voci” o, meglio ancora, “dicerie”.
Se, nonostante il blackout delle notizie, il pubblico è ancora in grado di conoscere i fatti sospetti, può essere solo attraverso “voci”. (Se tendono a credere alle “voci” deve essere perché sono semplicemente “paranoici” o “isterici”.)
4. Demolisci argomentazioni fittizie.
Affronta solo gli aspetti più deboli delle cariche più deboli.Ancora meglio, crea le tue argomentazioni fittizie.
Componi dicerie (o storie false) e renditi protagonista arrivando a sfatare tutte le accuse, reali e fantasiose allo stesso modo.
5. Chiama i nomi degli scettici come “teorico della cospirazione”, “pazzo”, “retrogrado”, “negazionista”, “sovranista” e, naturalmente, “terrapiattista”.
Assicurati anche di usare verbi e aggettivi fortemente caricati quando caratterizzi le loro accuse e difendi il governo “più ragionevole” e i suoi difensori.Devi quindi evitare attentamente un dibattito equo e aperto con le persone che hai così diffamato.
Per essere sicuro, imposta i tuoi “scettici” per abbattere.
6. Impugna le motivazioni.
Tentare di emarginare i critici suggerendo fortemente che non sono realmente interessati alla verità ma stanno semplicemente perseguendo un’agenda politica partigiana o sono disposti a fare soldi (rispetto agli aderenti sovracompensati alla linea di governo che, presumibilmente, non lo sono).
7. Richiamare l’autorità.
Qui la stampa controllata e la falsa opposizione possono essere molto utili.
8. Respingere le accuse come “vecchie notizie”.
9. Escine mezzo pulito.
Questo è anche noto come “confessione ed sviamento” o “prendere la via del riconoscimento limitato”.In questo modo, crei l’impressione di candore e onestà mentre ammetti solo “errori” relativamente innocui, tutt’altro che criminali. Questo stratagemma spesso richiede l’abbraccio di una posizione di ritorno piuttosto diversa da quella originariamente presa.
Con un efficace controllo del danno, la posizione di ripiego deve essere
somministrata solo da scettici fantoccio a mercati attentamente limitati.
10. Caratterizza i crimini come incredibilmente complessi e la verità in definitiva inconoscibile.
11. Ragionare all’indietro, usando il metodo deduttivo con una vendetta.
Con una deduzione rigorosamente rigorosa, le prove problematiche sono irrilevanti. Per esempio:

Abbiamo una stampa completamente gratuita.
Se esistessero prove della falsificazione della nota di “suicidio” di Vince Foster, l’avrebbero denunciata. Non l’hanno segnalato, quindi non ci sono prove del genere.
Un’altra variazione su questo tema riguarda la probabilità di una soffiata su una cospirazione e una stampa che segnalerebbe tale notizia.

12. Richiede agli scettici di risolvere completamente il crimine.

Per esempio: se Foster è stato assassinato, chi l’ha fatto e perché?

13. Cambia argomento.
Questa tecnica include la creazione e/o la pubblicità di distrazioni.
14. Riferisci leggermente fatti incriminanti e poi non farne nulla.
Questo viene talvolta definito report “bump and run”.
15. Menti rumorosamente e sfacciatamente.
Un modo preferito per farlo è quello di attribuire i “fatti” forniti al pubblico a una fonte plausibile, ma anonima.
16. Espandendo ulteriormente i numeri 4 e 5, i tuoi tirapiedi “espongono” scandali e difendono le cause popolari.
Il loro compito è prevenire gli avversari reali e avere campo libero.
Una variante è quella di pagare i ricchi per fingere di spendere i propri soldi.
17. Inondare Internet con i propri agenti.
Questa è la risposta alla domanda: “Cosa potrebbe motivare una persona a passare ore e ore in gruppi di notizie su Internet a difesa del governo e/o della stampa e molestando i veri critici?” Le autorità non hanno abbastanza difensori su tutti i giornali, le riviste, la radio e la televisione?
Si potrebbe pensare che rifiutare di stampare lettere critiche e escludere persone serie o scaricarle dai programmi radiofonici sarebbe già abbastanza considerabile come “controllo”, ma, ovviamente, non lo è.

Image for post

Il mondo? cum grano salis!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *